Javascript, HTML, CSS e... !
0 commenti

Utilizzo delle API per il caricamento dei dati da stornare

Importare automaticamente i dati dei rimborsi Ecommerce in Google Analytics

L'importazione dei dati di Google Analytics è una funzionalità che consente di integrare dati derivanti da altri sistemi all'interno della piattaforma di tracciamento.
Questi dati possono essere utili per arricchire informazioni di campagna, ad esempio importando i costi di sponsorizzazione di post su Facebook che portano traffico verso il proprio sito, permettendo analisi più performanti, così come per importare i rimborsi delle transazioni senza dover sviluppare sistemi cuciti su misura che coinvolgono il protocollo di misurazione.

L'importazione dei dati può avvenire o in modo manuale o in modo automatico tramite la gestione delle API di Analytics. Quest'ultimo è il caso di nostro interesse dove, con qualche riga di codice Apps Script incorporato in un Foglio di Google automatizzeremo il caricamento dei dati sui rimborsi delle transazioni, dell'enanched ecommerce, da stornare.

È possibile effettuare il rimborso dell'intera transazione fornendo semplicemente il relativo id tramite la dimensione ga:transactionId. Se invece volessimo emettere un rimborso solo per alcuni dei prodotti di una transazione, oltre al relativo id, è necessario fornire la dimensione ga:productSku (ovvero l'identificativo del prodotto in un ecommerce) e la metrica ga:quantityRefunded (la quantità da rimborsare per il prodotto specificato) utilizzando una nuova riga per ogni SKU da rimborsare (Google Analytics calcolerà lo storno in modo automatico in base al prezzo presente in piattaforma ed alla quantità del prodotto passata).

Prendendo in considerazione un esempio di rimborso parziale di una transazione, sarà necessario creare un nuovo Foglio di Google con la seguente intestazione per le prime 3 colonne: ga:transactionId, ga:productSku e ga:quantityRefunded.
A questo punto in ciascuna riga al di sotto dell'intestazione possono essere inserite le relative informazioni di id della transazione, SKU del prodotto e quantità da sottrarre, come mostrato in Fig. 1:



struttura spreadsheet dati da stornare in analytics

Fig. 1 - Struttura di uno Spreadsheet per l'importazione dei rimborsi parziali in Analytics


Nel pannello di Amministrazione di Google Analytics dobbiamo creare un set di dati pertanto, con i permessi di modifica a livello di Proprietà, possiamo accedere alla voce 'Importazione dati' (Fig. 2, punto 1) e cliccare su 'CREA' (Fig. 2, punto 2):



creare un nuovo set di dati in analytics

Fig. 2 - Creare un nuovo set di dati in Google Analytics


Nella successiva procedura guidata, a 'Tipo di set di dati' selezionare 'Dati sui rimborsi' e poi cliccare su 'Continua', Fig. 3:



cselezionare un tipo di set di dati in analytics

Fig. 3 - Selezionare un tipo di set di dati in Google Analytics


Dare un nome al nuovo set di dati e continuare, Fig. 4:



assegnare un nome al set di dati in analytics

Fig. 4 - Assegnare un nome al set di dati in Google Analytics


Dopodiché specificare le colonne relative allo SKU prodotto e Numero di prodotti rimborsati e salvare, come mostrato in Fig. 5:



specificare le colonne per i rimborsi nel set di dati in analytics

Fig. 5 - Specificare le colonne per i rimborsi nel set di dati in Google Analytics


Cliccare sul bottone Ottieni l'ID origine dati personlizzati (per utenti dell'API) , Fig. 6, affinché sia mostrato l'id in questione al fine di utilizzarlo nello script per caricare i dati in modo programmatico, tramite l'API, nel data set appena creato (Fig. 7):



id origine dati personalizzato per usare le api per caricare i rimborsi in analytics

Fig. 6 - ID origine personalizzato per utilizzare le API per il caricamento dei rimborsi in Google Analytics




bottone per ottenere la chiave api per caricare i rimborsi in analytics

Fig. 7 - Bottone per ottenere la chiave API per il caricamento dei rimborsi in Google Analytics


A questo punto tornare allo Spreadsheet e cliccare sul menu alla voce 'Strumenti -> Editor di script' per poter aprire l'ambiente di Apps Script incorporato al Foglio di Google contenente la lista dei rimborsi.
Inserire il seguente codice, nell'area di lavoro del foglio di script, ponendo attenzione a personalizzare dovutamente le variabili accountIdwebPropertyIdcustomDataSourceId rispettivamente con i valori dell'id dell'Account e della Proprietà di Google Analytics dove tali dati verranno caricati e l'id dell'origine dei dati appena ottenuto:

function importRefundData() { 
  var accountId = "123456789";
  var webPropertyId = "UA-123456789-1";
  var customDataSourceId = "QLzESLi..."; 
  var ss = SpreadsheetApp.getActiveSpreadsheet().getActiveSheet(); 
  var maxRows = ss.getLastRow();  var maxColumns = ss.getLastColumn(); 
  var data = [];  for (var i = 1; i < maxRows;i++) { 
    data.push(ss.getRange([i], 1,1, maxColumns).getValues());  
  } 
  var newData = data.join("
"); 
  var blobData = Utilities.newBlob(newData, "application/octet-stream", "GA importazione dati rimborso");
  try {
    var upload = Analytics.Management.Uploads.uploadData(accountId, webPropertyId, customDataSourceId, blobData); 
    SpreadsheetApp.getUi().alert("Stato del caricamento: OK");  
  }
  catch(err) {
    SpreadsheetApp.getUi().alert("Stato del caricamento: Fallito!");
  }
}

Prima di poter utilizzare il sistema è necessario abilitare le Analytics API da 'Risorse -> Servizi avanzati di Google ...' con la procedura spiegata nell'articolo 'Abilitare l'uso delle API dei Servizi Avanzati nei progetti in Google Apps Script'. Al primo avvio, come di consueto, dovranno essere fornite le autorizzazioni come spiegato in 'Flusso per l'Autorizzazione dei Google Services nei progetti in Apps Script'.

A questo punto, se tutto è stato configurato correttamente, un messaggio di avvenuto caricamento sarà mostrato nell'interfaccia dello Spreadsheet ed una nuova riga aggiunta alla lista dei caricamenti su Google Analytics, Fig. 8 (il fatto che ci sia scritto 'Nome file sconosciuto' è una conseguenza prevista):



dati di refund caricati tramite api in analytics

Fig. 8 - Dati di Refund caricati correttamente tramite API in Google Analytics


Inutile dire che tramite l'utilizzo dei trigger è possibile far eseguire la funzione giornalmente in modo automatico in un orario specificato, pertanto sarà sufficiente fornire l'accesso al Foglio di Google agli operatori del back office dell'ecommerce i quali possono occuparsi semplicemente di aggiungere quotidianamente i dati delle transazioni da rimborsare ed al resto penseranno i vari automatismi.

Per maggiori informazioni sull'importazione dei dati di costo in Analytics, compreso i suoi vantaggi ed i suoi limiti, rimando alla documentazione ufficiale del supporto Google: https://support.google.com/analytics/answer/6014861?hl=it.

Tags

Michele Pisani

Michele Pisani

Sviluppatore Javascript ed esperto in Digital Analytics

L'esperienza nel settore Digital Analytics unita ad anni di sviluppo in Javascript ha trovato la massima espressione in Google Apps Script che mi ha permesso, con estrema facilità e poche righe di codice, di realizzare potenti applicazioni interattive e processi automatizzati integrati con i prodotti della G Suite.

Come contattarmi
scrivi un commento

0 Commenti

Non ci sono commenti

Nessuno ha ancora commentato questo articolo, fallo tu per primo!

scrivi un commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi contrassegnati da un * sono obbligatori
Puoi utilizzare i seguenti tag nei commenti:
[bold]testo[/bold] se vuoi evidenziare un testo con il grassetto[code]function helloworld() { }[/code] se vuoi pubblicare una porzione di codice[url]http://www.appsscript.it[/url] se devi riferirti ad un indirizzo web